Il numero sette, l’ultimo attesissimo (forse troppo) album dei Fine Before You Came

Era un album che chi apprezza il genere (di qualsiasi genere si tratti) attendeva con ansia dato che i Fine Before You Came mancavano dalle scene con un vero e proprio disco da circa 5 anni, se non teniamo in considerazione le due parentesi EP Come fare a non tornare (La tempesta dischi – 2013) e Quassù c’è quasi tutto (2014).

Il numero sette è arrivato quasi dal nulla, facendo subito rumore e dividendo i fans della band milanese. Ma come suona questo ciddí? Ad essere sinceri non entusiasma più di tanto, i FBYC appaiono un po’ arrugginiti dagli anni, sembra quasi abbiano reciclato vecchi suoni e li abbiano “incollati” un po’ alla rinfusa.


Detto questo è giusto puntualizzare che Il numero sette non è un brutto lavoro, ma forse noi tutti ci aspettavamo di piu (e forse meritavamo di più); un album a tratti “psichedelico” e a tratti davvero ridondante, con dei testi non all’altezza di quelli a cui eravamo stati abituati. Sette tracce appunto, sette storie diverse, discrete, ma non bellissime.

Voto: 6-

Informazioni su Nive ()
Nato tempo fa, ha vissuto in un'epoca non sua, che a pensarci bene non è di nessuno. Si nutre di musica, vive di essa, vive per essa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: